Ci siamo. La raccolta delle olive per la DOP Riviera Ligure è iniziata

Dal mare alle colline: l’olio extravergine Riviera Ligure rinnova il suo percorso. Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese, Riviera di Levante. Si risalgono le strade di pietra, i muri dei terrazzamenti. Ovunque è iniziata la raccolta delle nostre olive. E la quantità è buona. La qualità, ottima. C’è già soddisfazione, ma l’impegno è solo all’inizio e anche quest’annata farà storia.

Siamo andati a trovare gli olivi e la gente della DOP Riviera Ligure. Ecco, in un’azienda sulle alture a ridosso della costa: olive pronte per essere molite. Pendenze ancora morbide, muretti a secco bassi, ma frequenti, tra mulattiere ancora di pietra in pietra. Mani veloci, stendono le reti, si muovono tra gli alberi, scartano le foglie tra i frutti preziosi nelle cassette. Il sole fa capolino tra gli alberi e crea effetti iridescenti. Il mare è laggiù, placido. Tutto bene. Non si parla, si lavora.

Saliamo nell’entroterra imperiese. Eccoci nell’Oliveto della Riviera Ligure. Là dove si mettono in pratica studi specifici sulla conduzione di una tenuta olivata. In alcune aree dell’entroterra le olive aspettano il loro momento. Non manca molto. Sono cresciute: le si osserva di settimana in settimana. Stanno invaiando. Le colline pettinate ad oliveto fanno da sfondo ideale. I villaggi sono distesi tra quell’unico, tipico, verde. Si sale, quasi, correndo, da un terrazzamento all’altro. Ancora fra le pietre. Pendenze estreme. Piccole cascate di olive tra le mani cercano il tuo sole della Riviera Ligure. Anche qui, siamo pronti.