L’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure a Slow Fish: degustazione e buona compagnia con il Basilico Genovese DOP

 

Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure a Slow Fish: è sempre un bel momento. Il connubio di un olio legato ad un territorio così mediterraneo con il mondo del mare è ovvio. I compagni di viaggio, e di gusto, sono poi le eccellenze liguri. Ecco perché il meraviglioso stand della Regione Liguria ha permesso di vivere un bel momento di conoscenza ed aggregazione proprio nel primo giorno della vivace kermesse genovese. Porto Antico, il palazzo delle Compere di San Giorgio ad emergere dalla palazzata di Sottoripa. Ora abbondante per la cena. Immagini spettacolari di Liguria sul video murale. Ed è il momento di “marchi che passione”. Un bel pubblico, interessato, curioso. Alessandro Giacobbe per il Consorzio di tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure e Flavio Corazza per il Consorzio di tutela del Basilico Genovese DOP si alternano: si parla della storia della pianta aromatica il Liguria, dei marchi di denominazione di origine, dei valori territoriali, delle eccellenze e delle unicità. Si imparano le basi della degustazione dell’olio. Domande, richieste, precisazioni. E poi è subito pesto, al mortaio. Pochi minuti. Perizia, più che fatica. Flavio Corazza lavora di pestello, amalgama gli ingredienti, il momento solenne si chiude con quell’olio DOP Riviera Ligure che scivola nel mortaio per il tocco finale. Non sarebbe pesto ligure, altrimenti. E nuova corsa all’assaggio. C’è chi corre a comprare un piatto di trofie dal vicino ristorante regionale, costituito dagli chef che aderiscono al sistema Liguria Gourmet. Il marchio Liguria Gourmet, del resto, coinvolge ristoranti che propongono piatti del territorio ed impiegano ingredienti certificati e garantiti in relazione al territorio. Quindi anche olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure. E se le trofie sono già condite con il pesto, l’aggiunta di altro pesto al mortaio appena visto fare è una gioia. Si chiude con uno sguardo all’elegante vetrina delle eccellenze liguri, dalla quelle gastronomiche all’artigianato. Piena soddisfazione di tutti, con un ringraziamento particolare all’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai ed al personale dello staff dei comparti turistico ed agricolo della Regione Liguria. Davvero #lamialiguria.