L’olio Riviera Ligure a #LSDM: il report

L’olio extra vergine d’oliva Riviera Ligure DOP , a #LSDM 2013 è stato utilizzato nella preparazione di Salvatore Tassa il cuciniere artigiano di Acuto che ha presentato: la mozzarella nel bosco e dal giovane e talentuoso Angelo d’Amico, con la ricetta: fusilli artigianali, pomodoro,olio riviera ligure al basilico e vellutata di latte di bufala.

La Scheda dell’Olio Riviera Ligure DOP di MIchele Trimarco, Assaggiatore Oleum

La Dop Riviera Ligure è costituita da tre sottozone così divise: Riviera dei Fiori (Imperia) nella parte ovest della Liguria, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante (Genova-La Spezia).

Nell’Imperiese e nel Savonese prevale la varietà Taggiasca, cultivar storica della Liguria, mentre nell’altra sottozona sono presenti la Lavagnina, la Razzola, la Pignola per il 65%,poi altre locali in misura minore.

Si può dedurre che gli oli prodotti in tutto l’areale ligure possono avere caratteristiche diverse, sia chimiche che organolettiche.

Il Consorzio della Riviera Ligure è stato presente alle Strade della mozzarella a Paestum, presentando i suoi oli,noi della Oleum, associazione di assaggiatori presenti alla manifestazione abbiamo selezionato un campione che all’analisi sensoriale: aveva un bel fruttato di oliva alla giusta maturazione,dal colore giallo-verdolino, fluido,al gusto, l’amaro e il piccante non eccessivi erano in equilibrio col fruttato, persistente invece erano le sensazioni di mandorla verde tipico negli oli liguri.

Abbiamo fatto un abbinamento a tutto DOP, con una Mozzarella di Bufala e al pomodoro San Marzano.

Di sicuro ha nobilitato le due pietanze,smorzando sia il grasso della mozzarella che la tendenza acida del pomodoro, per la soddisfazione generale di chi ha assaggiato.

Gli EVO presenti alle Strade della Mozzarella, sono stati usati da Jan Bruno di Giacomo che ha preparato dei cocktail a base di olio extravergine d’oliva.