La partecipazione del Consorzio di tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure a Olio Officina Festival

Olio Officina Festival a Milano. Eccoci. Da giovedì 2 a sabato 4 febbraio, un raccolto di presenze e contenuti con un massimo comune denominatore: l’olio extravergine di oliva. Milano, certo, capitale economica. In una collocazione di prestigio, un polmone verde con un centro congressi come il Palazzo delle Stelline. Pochi metri dal Cenacolo di Santa Maria delle Grazie di Leonardo da Vinci. E a Leonardo questa manifestazione sarebbe piaciuta. Perché saranno tre giornate molto intense con una sequenza ininterrotta e sperimentale di incontri e confronti, di presenze e coinvolgimenti. La parola d’ordine è “energia”. Energia per l’olio d’oliva è energia, attraverso l’alimentazione, il benessere, la meditazione, la crescita personale e psicologica. Olio d’oliva, dunque, considerato a più dimensioni. La creatività dell’organizzatore dell’evento Luigi Caricato, non si è posta limiti. E parliamo di un “oleologo” di primo livello in Italia. Un combattente, una figura di larghe vedute. Anche il Consorzio di tutela dell’olio DOP Riviera Ligure è presente. Le sue energie sono quelle di Francesco Bruzzo, già presidente del Consorzio di tutela, esperto assaggiatore, capo panel, uno dei “gentiluomini dell’olio”. Sarà impegnato sabato 4 alle 12.30 nella sala Leonardo assieme a Laura Turri, vicepresidente del Consorzio di tutela Olio DOP Garda. Il titolo dell’intervento è un programma, un manifesto: La gentilezza dell’olio. Perché i consumatori preferiscono gli extra vergini dolci. Tanto amati e tanto dileggiati, gli oli cosiddetti “dolci”, definiti tali per una minore percezione delle note amare e piccanti, sono vissuti in maniera contraddittoria. I consumatori li amano, gli esperti li rifiutano, sbagliando. Un momento di confronto a difesa degli extra vergini delicati. E ancora Francesco Bruzzo guiderà da par suo la degustazione di sabato 4 alle ore 16: anche qui, un programma: La gentilezza dell’olio all’atto pratico. Extra vergini Dop Riviera Ligure. Tra parole e assaggi guidati, una selezione di oli extravergini di oliva delicati e dolci, dalle note amare e piccanti lievi. Il loro impiego in cucina, nelle preparazioni a crudo e in cottura, con le istruzioni per l’uso. E non finisce qui. Ci saranno altre degustazioni guidate di olio DOP Riviera Ligure. Lo stand del Consorzio vedrà la presenza di aziende consorziate: Cristina Armato ed Elena Donzella per Popolin. A loro si aggiunge Agostino Sommariva, altro consorziato invitato ad un dibattito in cui l’olio extravergine di oliva viene declinato al passato, presente e futuro, fra tradizione e innovazione.