Un presepe tra gli olivi della Riviera Ligure

Un presepe tra gli olivi della Liguria occidentale. Un presepe d’autore che rallegra in vista del Natale e del Capodanno, fino all’Epifania. Un presepe…DOP. Già, perché l’autore, Marco Rambaldi è figlio del nostro consorziato Bruno “Brunello” Rambaldi. Il quale ci accoglie tra i suoi alberi e quelli dei vicini. Siamo alla Pacialla, regione storica di Porto Maurizio. Alture, panorami e squarci di cielo tra le fronte. Eccoli, gli “alberi” per antonomasia. Le altre sono “piante”. Questi olivi secolari, carichi di gloria e in ottima salute. Pronti per dare il loro frutto, l’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure. Menzione Riviera dei Fiori, naturalmente. E in casa, al culmine della tenuta, ecco la magia del presepe che si rinnova. C’è la tradizione, con tutte le immancabili figure, dai pastori agli artigiani. Miracolo di movimento che va oltre la classica alternanza giorno-notte. Spiccano gli effetti speciali: pioggia, lampi, neve e persino un vulcano fumante. Musica appropriata e occhi che non possono non andare a scoprire ogni angolo, ogni dettaglio di una costruzione modellistica professionale. Ritorniamo tutti bambini in un luogo che appare adatto a tutti. Pensiamo. Alla fantasia inventiva. Alla pazienza costruttiva. Quella pazienza che è così ligure, così addentro a questi luoghi resi sacri dal passo contadino, dallo sforzo dell’abbacchiamento. Non a caso riprodotto al centro della coreografia del presepe. In una città come Imperia, che vanta uno straordinario Museo del Presepe, dedicato allo stile settecentesco genovese, tutt’uno con le famiglie dell’olio. Fuori, uscendo, le foglie degli olivi sono ferme, cercando l’ultimo sole che arrossa un panorama augurale. Auguri, appunto, a tutti.

CIMG0946 (FILEminimizer)

C’è anche chi abbacchia…

CIMG0941 (FILEminimizer)

Ed ecco una panoramica

CIMG0940 (FILEminimizer)

La torre di Prarola di Porto Maurizio del 1564: una perfetta ricostruzione